Siamo i promotori, sostenuti da tutte le forze politiche della XVII legislatura, nell’ Iter per l’approvazione e modifica legislativa estensiva, ma non condividiamo il regolamento d’attuazione

28 luglio 2016 si è tenuta a Montecitorio una conferenza stampa sulla estensione agli anni 1958 e 1966, nonché anche a coloro che sono nati fuori dal range 1958-1966, malgrado la mancanza di solidarietà per la lotta all’estensione, dimostrata dalle associazioni italiane dei danneggiati la nostra associazione ha coinvolto le altre associazioni promotrici della legge 244/07 ad assaporare la nostra vittoria, RINGRAZIAMO TUTTE I RAPPRESENTANTI DELLE FORZE POLITICHE COINVOLTE, NO M5S.

La nostra avventura inizia nel gennaio 2010 dopo l’approvazione della legge 244/07 che escludeva dal riconoscimento soggetti danneggiati.

Non dimentichiamo l’impegno di coloro che hanno lottato per far riconoscere il danno della talidomide in Italia con l’approvazione della legge 244/07, grazie per la testardaggine di Nadia Malavasi, Giovanni Del Mastro, Vincenzo Tommaso e a tutti coloro che non hanno considerato la loro malformazione un fatto del destino ma come è nella realtà,

un danno provocato

CAMERA DEI DEPUTATI XVI LEGISLATURA PROPOSTE DI LEGGE, MAI DISCUSSE IN COMMISSIONE, IL MOTIVO? ERANO STATE BLOCCATE APPOSITAMENTE, PERCHE’ PER L’ESTENSIONE QUALCUNO DOVEVA GIUSTIFICARE ALL’AIFA, NON CERTAMENTE GLI ONOREVOLI CHE LE AVEVANO PROPOSTE.

PROPOSTA DI LEGGE NR. 4332 d’iniziativa dei deputati SCHIRRU, MIOTTO, MONAI, POLI, BOSSA, CODURELLI, GATTI, GNECCHI, GRASSI, MADIA, MATTESINI, MIGLIOLI, MURER, PEDOTO, PES, SIRAGUSAModifica all’articolo 31 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomidePresentata il 3 maggio 2011

PROPOSTA DI LEGGE NR. 4986, d’iniziativa del deputato FUCCI Modifica all’articolo 31 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide Presentata il 22 febbraio 2012

ALLA CAMERA DEI DEPUTATI XVII LEGISLATURA

PROPOSTA DI LEGGE nr.263 d’iniziativa del deputato FUCCIModifica all’articolo 31 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide Presentata il 15 marzo 2013

PROPOSTA DI LEGGE N. 843 D’INIZIATIVA DEI DEPUTATI PIAZZONI, NICCHI, AIELLO

Modifica all’articolo 31 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide Presentata il 24 aprile 2013

PROPOSTA DI LEGGE N. 858

D’INIZIATIVA DEI DEPUTATI, MIOTTO, BINI, GNECCHI, AMODDIO, ANTEZZA, BIONDELLI, BOCCI, CAPODICASA, CAROCCI, CENNI, D’INCECCO, FABBRI, GELLI, GRASSI, MALPEZZI, MANFREDI, MANZI, MARCHI, MARIANI, MARTELLI, MOSCATT, MURER, QUARTAPELLE, PROCOPIO, REALACCI, ROSATO, ROSTAN, RUBINATO, SANI, SBROLLINI, TIDEI, VELO

Modifica all’articolo 31 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide Presentata il 30 aprile 2013

Al Senato XVII LEGISLATURA
DISEGNO DI LEGGE N. 647, d’iniziativa dei senatori GIRO, VILLARI, MARIN e SCILIPOTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 14 MAGGIO 2013

Modifica all’articolo 31 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide

DISEGNO DI LEGGE N. 671, d’iniziativa delle senatrici : MATTESINI, FINOCCHIARO e MATURANI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2013

Modifica all’articolo 31 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide

La legge 24 dicembre 2007, n. 244, integrata dal decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, nella legge 27 febbraio 2009, n.14, prevede l’erogazione, da parte dello Stato, dell’indennizzo di cui all’art.1 della legge 29 ottobre 2005, n. 229, a favore dei soggetti affetti da sindrome da talidomide nelle forme dell’amelia, dell’emimelia, della focomelia e micromelia, nati dal 1959 al 1965.

Il decreto legge 24 giugno 2016, n. 113, articolo 21-ter, come convertito dalla legge 7 agosto 2016, n. 160, riconosce, al comma 1, l’indennizzo anche ai nati negli anni 1958 e 1966.
Tale decreto inoltre prevede il riconoscimento dell’indennizzo “anche ai soggetti che ancorché nati al di fuori del periodo ivi previsto, presentano malformazioni compatibili con la sindrome da talidomide”, all’esito dell’attuazione dei commi 3 e 4 del medesimo articolo, che prevedono la necessità di modificare il regolamento di cui al decreto del Ministero del lavoro, della  salute e delle politiche sociali 2 ottobre 2009, n.163.   

Il decreto ministeriale 17 ottobre 2017, n.166 definisce i criteri di inclusione ed esclusione delle malformazioni, ai fini dell’accertamento del diritto all ’indennizo, per i soggetti nati al di fuori del periodo previsto dalla L.244 e successive modifiche e integrazioni, che presentano malformazioni compatibili con la sindrome da talidomide. I criteri sono stati definiti tenendo conto degli studi medico scientifici maggiormente accreditati nel campo delle malformazioni specifiche da talidomide .

Nel 1966 ne stavano parlando nelle aule della politica, ma poi per 50 anni si sono scordati di noi